· 

MUTUI 2019 TASSI: la BCE promette che rimarranno bassi per tutto l'anno e lancia TILTRO per sostenere l'economia reale.


Draghi, il cui mandato è in scadenza a Ottobre 2019 ha annunciato inoltre l'istituzione di una terza di TILTRO, dopo quelle del 2014 e 2016, che avrà come finalità il sostegno dell'erogazione del credito a privati ed aziende per sostenere lo sviluppo dell'economia reale.

Acronimo per la locuzione inglese targeted longer-term refinancing operations, i TLTRO sono operazioni all’interno dell’Eurosistema tramite le quali vengono erogati dei finanziamenti agli istituti di credito per periodi fino a quattro anni. L’operazione TILTRO è il mezzo che la Bce intende usare per sostenere l’economia reale, favorendo l’erogazione di credito da parte delle banche a favore di investimenti imprenditoriali e personali e spingendo in tal modo il Pil

 

Attraverso un procedimento stabilito dal Consiglio direttivo, i TLTRO, prevedono un’asta mediante la quale vengono erogati prestiti quadriennali alle banche dell’Eurozona con rendimento di poco superiore a quello del tasso di riferimento - ad oggi allo 0,00% come da ultima modifica del 10 marzo 2016 - ma che può scendere anche al livello del tasso sui depositi, ad oggi a -0,40%.

I TLTRO sono quindi, sulla carta, uno strumento utile a rinforzare l’attuale politica monetaria accomodante della BCE.

La prima serie di TLTRO è stata annunciata il 5 giugno 2014 e una seconda serie il 10 marzo 2016. 

Tali finanziamenti escludono il finanziamento dei mutui ipotecari e fondiari per evitare l'avvento di un'altra bolla economica immobiliare. Tuttavia l’effetto sui tassi dei mutui non sarà diretto in quanto, appunto, il prestito agevolato non riguarderà direttamente la liquidità da impiegare in finanziamenti per le case, ma dal momento che le banche potranno pagare tassi agevolati sui prestiti per gli altri servizi, non avranno necessità di rincarare i tassi sui finanziamenti – mutui compresi- per diverso tempo ancora

Per quanto riguarda le misure non convenzionali di politica monetaria, il Consiglio direttivo conferma che «intende continuare a reinvestire, integralmente, il capitale rimborsato sui titoli in scadenza nel quadro del programma di acquisto di attività per un prolungato periodo di tempo successivamente alla data in cui inizierà a innalzare i tassi di interesse» e in ogni caso «finché sarà necessario per mantenere condizioni di liquidità favorevoli e un ampio grado di accomodamento monetario.

Eccelenti notizie quindi anche sul fronte mutui.