· 

Mutui e polizze: sono obbligatorie?

Una delle domande ricorrenti a cui rispondo in sede di consulenza mutuo è “Quali polizze sono obbligatorie per accendere un mutuo?” 

L’unica polizza obbligatoria è solo quella che copre l’immobile offerto in garanzia ipotecaria dal rischio cosi detto di “incendio e scoppio”. Per completezza di informazioni aggiungo che non vi è alcun obbligo di sottoscrivere detta polizza con la compagnia assicurativa della banca o indicata dalla banca che eroga il mutuo. 

È sufficiente che la polizza citata disponga del così detto vincolo a favore della banca che concede il mutuo. 

Per “vincolo” si intende che, in caso di sinistro, la compagnia assicurativa provvederà alla liquidazione del mutuo con l’entità del risarcimento. In questo caso in mutuatario si troverebbe, sì, senza più una casa ma con il debito estinto.

Spesso, però, le banche chiedono anche altre coperture, queste non sono da ritenere assolutamente obbligatorie. 

Si tratta di coperture che hanno anche un costo rilevante poiché coprono principalmente il rischio di decesso del principale portatore di reddito, il rischio per perdita del posto di lavoro e/o anche per malattia grave-infortunio dello stesso contraente. 

La sottoscrizione di queste polizze non è obbligatoria ma permette a chi sottoscrive l’impegno finanaziario di essere garantito contro i maggiori rischi che possono accadere durante l’intera durata del mutuo, mantenendo inalterata la qualità di vita propri cari

Se la banca condiziona la delibera del mutuo a queste nuove polizze, il mutuatario può tranquillamente rivolgersi ad altra banca che non pone questa condizione. 

Di fatto, però, queste polizze, consentono di ridurre il rischio a carico del mutuatario, dell’intera sua famiglia e della banca. Sì perché i debiti del mutuatario si trasmettono dopo la sua morte agli eredi. Anche per la stessa banca quindi è una sicurezza il fatto che ci sia una compagnia assicurativa che risponda per i rischi maggiori di chi sottoscrive l'impegno economico. MA quali sono questi rischi maggiori? Sono i rischi che per scaramanzia nessuno di noi vuole analizzare, perché accadono agli altri ma non a me, sono i rischi che non puoi controllare: la morte, la perdita di impiego un infortunio grave che non ti permetta più di lavorare o la malattia.

A volte sono gli stessi istituti bancari ad offrire un mutuo a condizioni di maggior favore a chi accetta di sottoscrivere queste garanzie aggiuntive perché questo rende l’operazione di mutuo meno rischiosa, riducendo il rischio d’insolvenza.

Se in presenza di queste coperture, del tutto volontarie, si prospettassero delle agevolazioni della banca, allora varrebbe la pena di porre sulla bilancia la convenienza di maggior tranquillità per la famiglia in uno, con l’agevolazione che la banca è in grado di offrire in tema di costo del denaro (tasso/spread). 

Alcune banche per agevolare la sottoscrizione delle polizze facoltative permettono di finanziare i premi di polizza, allo stesso tasso del mutuo, mensilmente,  con pochi euro in più insieme alla rata del mutuo. 

Ecco che previdenza fa’ rima con leggerezza e la realizzazione del sogno più frequente delle famiglie italiane diventa un sogno sicuro e non un incubo che non ci permette di dormire sereni.